La Lite La Lite

Bisogna essere sinceri perchè la verità è bloccata. A metà strada positivo. Alla fine disastroso. E' propizio vedere un uomo saggio. Non è propizio attraversare il grande fiume.

Commento alla Sentenza:

La Lite. Il trigramma superiore è "forte", quello inferiore è "pericoloso"; "pericoloso" e "forte" producono la Lite. «La Lite. Essere sinceri. La verità è bloccata; fausto nel mezzo» dell'impedimento e del pericolo perché è sopraggiunta una linea dura a occupare la posizione centrale [seconda linea]. «Alla fine disastroso»: ciò presagisce l'insuccesso della lite. «Propizio vedere un grande uomo», perché si onora ciò che è centrale e corretto. «Non è propizio attraversare il grande fiume», perché c'è il pericolo di cadere nell'abisso.

Immagine:

Il Cielo e l'Acqua vanno verso direzioni opposte: questa è l'immagine della Lite. Ispirandosi ad essa, il signore riflette a lungo prima di iniziare qualsiasi attività.

Serie:

Cibi e bevande sono certamente motivo di lite. Perciò segue il segno: la Lite.

Segni misti:

Lite significa non amare.

Interpretazione Moderna:

Il Cielo e mare (Acqua) non arrivano mai a congiungersi. L'Oracolo ci offre questa immagine per descrivere la Lite, segno di conflittualità ma anche di confronto.

L'Inferiore si oppone al Superiore in modalità differenti, a volte cercando lo scontro, in altre il chiarimento di un problema.

La sentenza aggiunge che, in questa situazione, la “verità è bloccata” , e che nel mezzo, ossia attraverso la mediazione, si può ottenere un risultato positivo, mentre portare avanti un atteggiamento litigioso può portare alla rovina. Il richiedente, dunque, deve cercare di pensare a lungo prima di iniziare una controversia, valutando bene le conseguenze del suo operare, affidandosi al consiglio altrui e cercando di essere più equilibrato possibile, altrimenti può rischiare di “cadere nell'abisso”, uno stato di negatività il cui fondo appare lontano, a chi vi precipita.

Le Linee dei Mutamenti

Linea 1 - Yin (6): Non persistere nella causa. Ci saranno piccole lagnanze. Alla fine fausto.

Commento: «Non persistere nella causa»: la controversia non può andare avanti a lungo. Malgrado «le piccole lagnanze», il giudizio sarà chiaro.

In questo momento non siete in grado o non vi trovate nella giusta posizione per portare avanti il vostro contrasto. Sarete forse soggetti a qualche critica per il vostro operato, ma, alla fine, riuscirete a risolvere la questione in modo pacifico e ottimale.

Linea 2 - Yang (9): Persa la causa, ritornare e scappare. La sua città è di trecento casate. Nessuna catastrofe.

Commento: «Persa la causa, ritornare e scappare», fuggendo: in una posizione inferiore, contendere col superiore non fa che causare danni.

E' meglio ritirarsi da una contesa quando non si hanno possibilità di vincere contro un oppositore che ha il vantaggio delle circostanze, e vi è superiore. Saper fare un passo indietro può evitarvi problemi ben più grandi. Mettetevi al riparo prima che questo conflitto vi danneggi troppo.

Linea 3 - Yin (6):  Nutrirsi di virtù antica. Oracolo di pericolo. Alla fine fausto. Se ci si mette al servizio del Re, non si avrà alcun successo. Oracolo per un signore: fausto.

Commento: «Nutrirsi di virtù antica», in quanto supporta la linea superiore, è fausto.

Vivete una situazione di incertezza e vi sentite in minacciati. Cercate di rimanere indipendenti, evitando di prendere parte a contrasti di ogni tipo, sostenendovi con l'esperienza che avete accumulato nel corso degli anni in casi del genere: vi aiuterà a stare fuori dai guai.

Linea 4 - Yang (9): Incapace di vincere la causa. Ritornare e accettare la sentenza. Cambiare la propria opinione. Oracolo per chi è in pace: fausto.

Commento: «Ritornare e accettare la sentenza; cambiare la propria opinione; oracolo per chi è in pace», così non ci sarà fallimento.

Non sempre si può vincere, a prescindere dal fatto che si abbia ragione o meno. Accettate l'esito della disputa e andate avanti, dimenticandolo se è negativo, pensando al futuro, sempre.

Linea 5 - Yang (9): Intraprendere la causa. Totalmente fausto.

Commento: «Intraprendere la causa: totalmente fausto», perché (questa linea) è centrale e corretta.

Avete la ragione dalla vostra e siete in grado di esprimente il vostro dissenso verso un atteggiamento altrui che vi sembra erroneo o dannoso. Ricordatevi, però, che il vostro fine deve essere quello di appianare le divergenze, e non il litigio fine a se stesso. Comportatevi in maniera onesta e leale, in modo da risolvere il contrasto in maniera concorde e pacifica.

Linea 6 - Yang (9): Forse viene conferita una cintura di cuoio, ma, alla fine del mattino, tre volte viene ripresa.

Commento: Non è degno di rispetto chi è insignito di un'onorificenza perché ha vinto una causa.

Vincere una contesa per ottenere un riconoscimento, un premio o per vanteria personale, magari avvantaggiandosi rispetto alla controparte in modo sleale, non porta mai vantaggi e soddisfazioni che durano nel tempo. Non sempre il fine giustifica i mezzi, specialmente quando si sacrifica il rispetto degli altri e di sé stessi per qualcosa di momentaneo.